SE NON DIVENTERETE COME I BAMBINI (presenti nel presente, qui ed ora), NON ENTRERETE NEL REGNO DEI CIELI (la consapevolezza) - Gesù di Nazareth -

FRUTTI SIMBOLICI

LA ZUCCA
La zucca è un simbolo di una rinascita dagli inferi al cielo, riflette il simbolismo della zucca che, grazie ai suoi tanti semi, fin dall’antichità venne considerata sia in Occidente che in Oriente il simbolo della resurrezione dei morti. Ed in effetti, è proprio da qui che nasce la tradizione della notte di Halloween di svuotare le zucche, intagliarle con volti terrificanti ed illuminarle grazie ai lumini posti al loro interno. Queste lanterne vanno poste sui davanzali o negli angoli delle vie per rappresentare il ritorno dei defunti nella notte del Capodanno celtico, in cui vi è un rimescolamento tra mondo dei vivi e mondo dell’aldilà, da cui rinascerà l’anno nuovo, un nuovo corso.
In Europa, la forma tondeggiante della zucca è stata collegata alla forma della testa umana ( pensiamo ad espressioni come “ha la zucca pelata”, “che zuccata!” per indicare una botta in testa ecc. ). Dall’uso, in antichità, di usare le zucche come contenitori del sale nasce la frase “aver poco sale in zucca” ecc. o per dire, ad esempio, che una persona è poco intelligente “è una zucca vuota”. Il suo significato negativo nasce dal fatto che, nonostante le sue grosse dimensioni, non avesse un gran valore nutritivo, oltre ad essere pure un po’ insipida. Per questo è divenuta anche emblema di nullità. Nonostante questo, però,occorre tener conto che dal punto di vista alimentare sia ricca di vitamina A e C, oltre che ad avere dei semi con capacità vermifuga



LA MELA
Sfatiamo subito una falsa leggenda metropolitana: Il frutto proibito di cui Eva prese nel giardino dell'Eden non era una mela (la Bibbia non ne parla affatto, era l'albero della conoscenza del bene e del male) quindi tanto meno era simbolo del sesso proibito. La mela più famosa è quella del pomo della discordia attraverso cui Paride avrebbe scelto la dea più bella in cambio dell'amore. Paride scelse però come vincitrice Afrodite, che gli aveva promesso l'amore di Elena. La mela è un dono divino, simbolo della perfezione perchè rosso e rotondo (il cerchio tondeggiante quindi) della bellezza. Nella mitologia celtica, l'isola divina di Avalon prende il nome dalla mela. La mela, per gli slavi simboleggia la prosperità. La mela in Cina  viene associata alla tranquillità. Le mele sono, anche, associate alla gioventù eterna e all'immortalità. Ricordiamo anche le mele d'oro delle Esperidi, erano magiche perchè procuravano l’eterna giovinezza; una capacità simile fu attribuita alle mele custodite dalla dea scandinava Iduna. Ringiovanire, è il significato della mela nel folklore russo. Essa è, anche, l'immagine del mondo (il nome del potere, un attributo della sovranità, "maestosa mela"). Ecco perché a New York è attribuito il nome: “La grande mela”. Non per caso però quando si vuole uccidere qualcuno col piacere vi si nasconde dentro del veleno, ecco la mela mortale per eccellenza: quella data a Biancaneve dalla Strega

Nessun commento:

Posta un commento